top of page

Ivan Boesky: Il Trader che sorseggiò troppo dalla tazza dell'insider trading

Negli anni '80, un personaggio colorato ha fatto scalpore nel mondo finanziario: Ivan Boesky. Conosciuto come "Ivan il Terribile", Boesky è stato uno dei primi trader di Wall Street a finire in prigione per insider trading.


Ma come è arrivato a questo punto?


Boesky ha iniziato la sua carriera di trader negli anni '80, specializzandosi nelle opportunità lucrative dell'arbitraggio. Ha accumulato una fortuna di oltre 200 milioni di dollari investendo in fusioni e acquisizioni aziendali. Tuttavia, il suo successo è stato oscurato da una pratica illegale: l'insider trading.


Nel 1985, la Securities and Exchange Commission (SEC) ha accusato Boesky di aver tratto profitto illegalmente dalle informazioni riservate ottenute da persone influenti nel mondo degli affari. Si diceva che avesse ottenuto azioni e futures di società basandosi su suggerimenti interni.


Dopo un anno di battaglie legali, Boesky è stato dichiarato colpevole. Per ridurre la sua condanna, ha accettato di collaborare con le autorità, registrando le sue conversazioni telefoniche con altri protagonisti dell'insider trading, inclusa la famosa figura dei titoli spazzatura, Michael Milken.


Il verdetto finale è stato di tre anni e mezzo di prigione, una multa di 100 milioni di dollari e un divieto a vita di lavorare nel settore finanziario.


La storia di Ivan Boesky racconta di un uomo che ha cercato di sorseggiare troppo dalla tazza dell'insider trading. Ha cercato di ottenere ricchezza e successo a spese della legge, ma alla fine è stato scoperto e condannato.


Oggi, il nome di Ivan Boesky è diventato sinonimo di frode finanziaria negli anni '80. La sua vicenda serve come monito per gli investitori e i trader di fare sempre affidamento su pratiche etiche e legali per ottenere successo nel mondo degli affari.


Ivan Boesky al telefono nel suo studio
Ivan Boesky

44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page